Luciano Celi

 

Su di me

 

Ha conseguito una laurea in Filosofia della Scienza (Università di Pisa) e un master in giornalismo scientifico presso la SISSA di Trieste. Nel 2013 un secondo master di I livello in tecnologie internet promosso dalla facoltà di Ingegneria Informatica e l’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr. Prima di approdare al CNR, ha fondato con un amico una piccola casa editrice di divulgazione scientifica e ha all’attivo quattro libri: «La valigia di Aristotele» (Aracne editrice, Roma 2008), «Materiale Resistente. Il periodo 1943-45 oggi, tra storia e letteratura» (Società Editrice Apuana, Carrara 2009), «Gettar luce nell’oscuro laberinto. Arte, letteratura, scienza in Galileo Galilei» (Aracne editrice, Roma 2010) e «Cervelli che fuggono e cervelli che restano.

Appunti di viaggio nell’Italia del brain drain» (Lu::Ce edizioni, Massa 2013). Sul suo sito web (www.lucianoceli.it) ha raccolto un po’ dell’attività pubblicistica di questi anni. Nel quinquennio 2012-2016 ha coordinato il comitato «Areaperta» (http://www.areaperta.pi.cnr.it), che si occupa delle iniziative di divulgazione scientifica per l’Area della Ricerca di Pisa ed è autore, insieme ad Anna Vaccarelli, della trasmissione radio di divulgazione scientifica «Aula 40» (http://radioaula40.cnr.it/). Dall’anno accademico 2015-16 è dottorando al Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell’Università di Trento con un progetto di energetica.

Share This